Sign up with your email address to be the first to know about new products, VIP offers, blog features & more.

Week end diverso dal solito…Mosca sulle orme dei letterati di un tempo

Un week end davvero diverso dal solito…Mosca mi ha incantato!

Il programma di viaggio è stato un classico, 4 notti con le visite piu’ importanti , è una città che sa regalare angoli inconsueti e magici che mi hanno davvero rapito.

Arrivo a Mosca e non vedo l’ora di uscire dall’aeroporto, dove comunque anche le formalità doganali hanno l’aria di essere  “piu’ formali” che in altre parti, se non altro per tutte quelle scritte in una lingua assolutamente inconprensibile. Si esce, il trasferimento in albergo è tutto un curiosare fuori dal finestrino, ma il buio già calato alle 4 del pomeriggio nasconde il panorama. Non importa,  il bello deve ancora venire! Dopo cena e praticamente dopo essermi trasformata nell’omino michelin per via degli strati di piumini vari, si esce…metropolitana e via destinazione Piazza Rossa.

 

Non semplicissima da prendere, le indicazioni scritte in cirillico e  la difficoltà a trovare qualcuno che ti spiega in inglese che direzione prendere rendono il tutto non facilissimo, ma al massimo può capitare di uscire in una stazione sbagliata.

 

La città è già illuminata a festa, ogni angolo di strada ed ogni palazzo sono un insieme di decorazioni e luminarie. Descrivere la sensazione provata quando mi sono trovata sulla Piazza Rossa è difficile…San Basilio con i suoi colori e le sue guglie sembra finta! Un’opera di cartapesta per quanto è particolare e per quanto i suoi colori sono vivi e sgargianti. Un contesto unico e straordinario.

La Piazza Rossa è piu’ piccola di come appare in televisione, ma così illuminata con il villaggio degli Elfi al centro è davvero suggestiva. Da un lato il muro del Cremlino, sullo sfondo San Basilio e dal lato opposto i Magazzini Gum, un centro commerciale di lusso davvero molto molto bello. Il rientro in hotel è accompagnato da un cielo con le stelle…che dire? Mosca è davvero una gran bella sorpresa.

La giornata successiva ha inizio con le visite di rito, si torna sulla Piazza Rossa e da qui entriamo al Cremlino, visita del Museo dell’Armeria dove i tesori degli Zar sono a dir poco stupefacenti. Questa città è un incredibile scrigno di bellezze inaspettate. C’è la parte dedicata alle carrozze, quella degli abiti e delle scarpe, immaginate che ci sono addirittura gli abiti indossati dallo zar per le feste di carnevale.

La bellezza di Mosca è racchiusa  nei suoi musei o nelle sue esposizioni d’arte, belle sono alcune delle stazioni della metropolitana, bello è il suo famoso Gorky Park, belle sono molte delle sue Chiese.

Ma qui non voglio elencare le cose che qualsiasi guida riporta, desidero invece darvi un’indicazione su alcune piccole cose che spesso, anzi quasi sempre un viaggio solito non vi fa vedere.

Partiamo con la Casa Museo di Gorky e quello che ho chiamato il supermercato-museo.

La casa Museo di Gorky è una casa in stile liberty ed è il punto di arrivo di una passeggiata che ripercorre alcune vicende con personaggi alquanto improbabili di una Mosca passata. Il percorso è molto suggestivo perchè si attraversa un quartiere fatto di piccole case e giardini, lontano dai palazzoni e dal fragore tipici di questa città. Si ha la sensazione di fare un salto nel passato. Anche una sosta da Maritozzo per la colazione la consiglio vivamente. DA NON PERDERE.

Gatronomia Eliseevsky è quello che ho descritto sopra come il supermercato-museo perchè è davvero un luogo incredibile. Nascosto alla vista – solo chi sa si ferma per entrare-  una piccola porta su una grande strada è l’accesso a questo luogo inaspettato quanto bellissimo. Aperto nel 1901, ha soffitti decorati, statue e colonne – anche la semplice acqua diventa quasi opera d’arte in questo luogo ameno – . Aperto fino a mezzanotte è un altro luogo DA NON PERDERE.

Per non parlare poi delle innumerevoli possibilità di svago per aperitivi e dopo cena al ritmo di musica. Mosca è una città molto viva. Per un aperitivo al tramonto lo Sky Bar O dell’Hotel Ritz Carlton è impareggiabile…si gode una vista della Piazza Rossa davvero privilegiata. Locali dove invece si può bere e chiaccherare ma anche ballare senza doversi vestire in modo elegante sono tantissimi, basta passeggiare nella strada pedonale del centro ed entrare in uno qualsiasi dei tanti bar.sky bar mosca

Il mio viaggio a Mosca è durato solo 4 giorni e per questo ho pensato di replicare, il 22 agosto partiamo.

Ho realizzato un viaggio di gruppo aggiungendo anche la meravigliosa San Pietroburgo, disegnando un itinerario classico ma inedito con alcune sorprese per le nostre meravigliose partecipanti.

Peccato non esserci !